L’apicoltura in provincia di Rimini

Sono circa 170 i possessori di alveari in provincia di Rimini e il numero di alveari allevati è di circa 6000 ( il doppio di quelli allevati nel 1990).

Negli ultimi anni la moda di possedere alveari è aumenta notevolmente e di conseguenza i capi allevati ( per capo si intende una colonia di api).

Per una decina di apicoltori il tipo di allevamento è da reddito principale, mentre per altri 40 circa gestiscono un’allevamento come secondo lavoro. La maggioranza detiene meno di 10 alveari.

Questi numeri derivano dalle dichiarazioni degli organi Regionali e vengono dedotti dalla Banca Dati Apistica ( BDA) , infatti chiunque detenga alveari è obbligato a farne denuncia presso l’AUSL del territorio di appartenenza e ad apporre un cartello in prossimità dell’apiario, pena una sanzione di 3.333€.

Considerato che il territorio della provincia di Rimini occupa 863,6 km² la concentrazione di alveari è pari a 1 ogni 0,14 km² .

In Emilia Romagna il numero di colonie allevate è pari a 118000, pari a 1 alveare ogni 0.19 km² .

Per noi la denuncia obbligatoria degli alveari è molto importante perché permette un controllo sanitario del territorio, aspetto fondamentale nell’allevamento apistico, in quanto le api non rimangono dentro ad una stalla od in un recinto, le api volano , per il loro comportamento sociale vengono in continuazione a contatto con api di altri alveari ed apiari ed una epizoozia presente in pochi alveari può diffondersi rapidamente in vasti areali.